News

Week end in Langa

Il lockdown è finalmente finito e la tensione si è allentata, decidiamo di far girare un po’ l’economia della nostra regione con un weekend nelle langhe.

Decidiamo per un giro turistico fino a Sale San Giovanni dove la lavanda comincia a fiorire (anche se per avere il meglio ci va ancora un mesetto) per poi andare fino a Barbaresco dove potremo cenare e avere una stanza per la notte.

La prima sosta è a Dogliani, il paese che da’ il nome al famoso vino Dolcetto (come molte altri paesi della zona che danno nomi ai vini più famosi della nostra regione) dove ci fermiamo al bar della piazza, il “Bar Riviera” che, nonostante come locale non sia nulla di speciale, è di fronte a una maestosa chiesa ed affaccia su una grossa piazza dove è comodo lasciare la moto per addentare qualcosa nel dehor. Il risultato è quello di essere un punto di ritrovo di turisti e motociclisti di passaggio. La cucina non è male e se vi capita ovviamente suggeriamo di fasi un bicchiere di Dolcetto.

Ovunque guardi le Langhe offrono scorci meravigliosi

Riprendiamo la nostra escursione facendo rotta per Sale San Giovanni appen fuori dal paesino arroccato sulla collina perchè sul versante ci sono distese di lavanda già costellate di piccoli e profumati fiori viola, perfettamente allineate tra loro.

I campi di Lavanda a Sale San Giovanni cominciano a essere fioriti

Ci perdiamo a fare qualche fotografia e a ricordare viaggi passati in Francia e nel Luberon. Suggeriamo sicuramente di ripassare di qui a fine giugno, primi di luglio, quando la lavanda è nel pieno della fioritura.

Il profumo di lavanda….

Si riparte e proseguiamo lungo le strade ondulate e i saliscendi di questa bellissima zona del Piemonte cercando di evitare tutte le zone di maggior traffico per arrivare a Cortemilia.

Cortemilia è una cittadina piuttosto famosa tra i motociclisti ed è un po’ una tappa obbligata in cui fermarsi a mangiare un panino e bere una birretta. Il motivo della sua fama credo sia più per la sua posizione strategica a cavallo tra langhe e Liguria che non per qualche altra bellezza locale.

Sosta per birra e panino

Finito lo spuntino ripartiamo nuovamente, ora siamo un po’ stanchini, per proseguire lungo strade secondarie fino ad una altra zona dei vini piemontesi dove abbiamo preso una stanza: Barbaresco.

Sulla strada per Barbaresco

A Barbaresco ci attende il ristorante/albergo Rabaya con delle stanze veramente grandi e pulite e i suoi tavoli affacciati sulle colline. Qui prendiamo la camera, ci facciamo una doccia e usciamo a piedi per fare qualche foto al panorama e goderci la splendida giornata.

Il paesaggio affascina

La sera la cucina del Rabaya e la sua vista sul tramonto sulle langhe ci lascia estasiati, abbiamo fatto una ottima scelta.

La cena al Rabaya vale il viaggio

La mattina successiva ci godiamo una ottima colazione con delle stupende marmellate fatte in casa accompagnate da torte ugualmente artigianali, ora ci tocca di ripartire e fare rotta verso casa.

Il sole tramonta su questo viaggio

Decidiamo di attraversare il maggior numero possibile di paesini e di percorrere strade secondarie fino a che è possibile. Per tornare a casa c’è tempo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.