l’attrezzatura

Cosa ci portiamo dietro nei nostri viaggi!

“Prima di partire per un lungo viaggio, porta con te la voglia di non tornare piu’.”

Irene Grandi

la nostra r1200r

la prima foto scattata durante il primo viaggio "serio"

BORSE LATERALI: sono quelle originali BMW, sono rigide e quindi sono meno accomodanti in fatto di carico, la roba dentro ce la dovete mettere ben organizzata se sono cose “rigide”. Se sono cose “morbide” allora potete schiacciarla un pochino.

BORSE INTERNE: per poter caricare agevolmente la moto, per poter spostare i bagagli con facilità e, soprattutto, per potervi rendere ben conto di cosa potete portare e cosa no, niente di meglio delle borse interne. Si tratta di valige di tessuto che hanno la forma esatta dell’interno delle valige rigide. Non se ne può veramente fare a meno!

BAULETTO: sulla moto abbiamo il bauletto originale, su questo accessorio ci sono delle controversie. In pratica quello originale è piccolo e permette di ospitare un solo casco. Il bauletto ha dalla sua parte il fatto di fungere da schienale per il passeggero, il che è fondamentale nei viaggi MOLTO lunghi. Allo stesso tempo però, più il viaggio è lungo e più avrete bisogno di caricare la moto.. e le sue dimensioni ridotte non lo rendono vostro amico.

BORSONE CILINDRICO: è una borsa di forma cilindrica, impermeabile, piuttosto grosso, che viene legato sulla piastra del bauletto (al posto del bauletto). E’ una  vera e proprio valigia. Non permette al passeggero di appoggiarsi e se piove tanto va ricoperto con un telo impermeabile. Permette di portare molta roba e si può sganciare trasformandolo in una vera valigia. Essendo una valigia non ha chiusure di sicurezza.. per cui quando posate la vostra roba in una camera d’albergo e volete andare in giro in moto a fare visite, vi ritroverete a sentire la mancanza del bauletto per riporre un casco!

BORSA DA SERBATOIO: un piccolissimo borsello, dotato di cinghie per poterlo portare in giro. Normalmente ha dei magneti per ancorarlo al serba. Il nostro è più sfigato e ha delle ventose. Le ventose hanno il pregio di non far scivolare minimamente il borsello… se stanno attaccate bene. Il problema è che quando fate il pieno, la benzina fa raffreddare le pareti del serbatoio e le ventose tendono a staccarsi… decisamente scomodo. Io mentre viaggio, ciclicamente, le tasto per sentire se sono ancora attaccate. La parte superiore della borsa è trasparente per poter alloggiare la cartina… anche se leggerla viaggiando non è che sia il massimo della sicurezza.

CUPOLINO: assolutamente indispensabile il cupolino touring perchè il vento, sulle lunghe distanze, soprattutto a velocità autostradali (diciamo sopra ai 110Km/h) diventa molto molto stancante! Non importa se la moto perde di aggressività, se volete viaggiare, il cupolino più grande è meglio è.

NAVIGATORE: noi non abbiamo ancora un navigatore da moto… abbiamo quello da auto che tiriamo fuori quando proprio ci perdiamo e non sappiamo più dove sbattere la testa! In pratica lo carichiamo prima di partire e poi il passeggero lo tiene in mano e da’ le indicazioni al pilota. Lo usiamo solo in casi di emergenza.

INTERFONO: L’interfono diverrà il vostro migliore amico. Nei viaggi lunghi poter parlare con qualcuno vi terrà su il morale e vi verrà comodissimo per organizzarvi, ricevere e dare indicazioni, decidere le soste ecc ecc. Indispensabile. Noi abbiamo un Cardo. Alle volte collego anche un Ipod per mettere un po’ di musica in sottofondo, anche se, a velocità autostradale, il fruscio aerodinamico la rende quasi impercettibile.

PALETTA ACCELERATORE: che dire.. si tratta di una specie di paletta che si attacca alla manopola del gas. Ha la forma del palmo e serve per azionare l’acceleratore col palmo. In pratica, una volta presa la mano, vi consente di allentare notevolemente la presa sull’acceleratore, che nei viaggi lunghi è causa di dolore mortale alla mano destra. Indispensabile!